Top Navigation

Cinque interpretazioni dantesche

dantedi Valeria Bertolucci Pizzorusso


pp. 96, f.to 17×24, ill. col, 2015
ISBN 978-88-6550-451-2
€ 15,00

E’ ancora possibile insinuarsi nella spessa coltre del secolare commento alle opere di Dante Alighieri per suggerire nuove interpretazioni puntuali e itinerari diversi nella cronologia relativa di esse, tuttora sotto molti aspetti imprecisata? è quanto ho cercato di fare negli interventi che raccolgo in questo volume, a testimonianza del richiamo ineludibile che sempre esercita il nostro autore più grande anche sui non specialisti, quale io sono, di critica dantesca. Riveduti solo formalmente e con minimi aggiornamenti bibliografici, essi corrispondono agli interessi e alle occasioni che a suo tempo li hanno motivati.

Valeria Bertolucci Pizzorusso, già professore ordinario di Filologia romanza nella Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa, è autrice di numerosi saggi ed articoli sulla poesia dei trovatori provenzali e iberici dei secc. XII-XIV, sulla narrativa cortese di materia celtica, sulla letteratura miracolistica, raccolti in parte nei volumi Morfologie del testo Medievale (Il Mulino 1989) e Studi Trobadorici (Pacini Editore, Pisa 2011). Ha scritto una Storia della letteratura portoghese medievale (compresa nel volume Le Letterature medievali romanze d’area iberica, Laterza, Bari 1999). Particolare attenzione ha dedicato inoltre alla letteratura di viaggio, procurando la prima edizione critica della versione trecentesca toscana del Milione di Marco Polo (Adelphi, Milano 1975, più volte ristampata) ed altri contributi critici su testimonianze relative alle conoscenze di culture e di nuovi mondi in epoca medievale: Scritture di viaggio. Relazioni di viaggiatori e altre testimonianze letterarie e documentarie (Aracne editrice, Roma, 2011).

Accademia Lucchese di Scienze Lettere e Arti

Comments are closed.