Top Navigation

Matilde Serao

di Nadia Verdile


pp. 116, f.to 12×16,5, 2017
ISBN 978-88-6550-605-9
€ 8,00
Matilde Serao, la sua vita, la sua infaticabile intelligenza, il suo impegno pubblico dovrebbero diventare una fiction. Uno di quei film che hanno il sapore della storia, i colori dell’arte e la forza della verità perché è a questo, a tutto questo, che ‘a Signora ha dedicato la sua esistenza. Cronista, lucida e verace, narratrice di talento, anticipatrice di mode e linguaggi, ha raccontato con la sua penna donne, uomini e vicende di un’epoca, la politica, la giustizia, il costume, acquerellando con tratto inconfondibile, la società dei suoi tempi, per tanti versi ancora quella dei nostri [dalla Prefazione di Alessandro Barbano, direttore de «Il Mattino»].
Matilde Serao 
(Patrasso 1856 – Napoli 1927). Scrittrice e giornalista, dal 1882 collaborò a vari periodici. Nel 1884 sposò Edoardo Scarfoglio, col quale fondò il Corriere di Roma, poi il Corriere di Napoli, e quindi Il Mattino, di cui fu l’anima fino al 1902 quando si separò dal marito. Nel 1904, sempre a Napoli, fondò Il Giorno, che diresse fino alla morte. Scrisse oltre quaranta volumi fra romanzi e novelle.
 
 
Nadia Verdile
è nata a Napoli, vive a Caserta, le sue origini sono molisane. Scrittrice e giornalista, collabora con il quotidiano «Il Mattino». Ha diciotto libri all’attivo, molti suoi saggi sono stati pubblicati in riviste nazionali ed internazionali. Relatrice in convegni e seminari di studio, come storica, da anni, dedica le sue ricerche alla riscrittura della Storia delle Donne collaborando con la Fondazione Valerio per la Storia delle Donne, la Colorado State University per il progetto Female Biography Project, la Società per l’Enciclopedia delle donne. È membro della Società Italiana delle Storiche. 
Segni particolari: ottimista di natura è intollerante verso stereotipi e pregiudiz
Comments are closed.